Superbonus fino al 2022 anche per gli immobili unifamiliari



l Ministero delle Transizione ecologica si è attivato per fare maggiore chiarezza su tutte le effettive scadenze del Superbonus, distinte per tipologie di soggetti ed edifici.


Dopo le molteplici pressioni fatte al Governo dagli operatori del settore si cominciano a vedere i risultati, ottenendo il via libera con la definitiva approvazione del PNRR italiano, in cui il Superbonus è uno degli strumenti per il rilancio dell’economia dopo l’emergenza Covid-19 e il raggiungimento degli obiettivi di efficientamento energetico e de carbonizzazione.

Il Sottosegretario al Mite, Ilaria Spada, rispondendo all’interrogazione dei senatori Anastasi e Santillo, il 15 luglio ha precisato che il consolidamento della proroga per il Superbonus è di prevalente competenza del Dicastero dell'economia. “Rimangono pertanto in capo al Dipartimento delle finanze – ha affermato - gli ulteriori provvedimenti attuativi previsti dal DL 59/2021, che consolideranno l’effettiva proroga garantita dall’approvazione del PNRR”. Il sottosegretario Spada ha poi assicurato che il Mite si attiverà per velocizzare questo iter, inoltre il sottosegretario di Stato al Mef, Claudio Durigon, ha risposto all’interrogazione dell’on.Martinciglio che la definitiva approvazione del PNRR, dal quale dipendono le proroghe del Superbonus, è avvenuta il 13 luglio. Secondo il sottosegretario, quindi, l'approvazione del PNRR ha sbloccato la proroga al 30 giugno 2022 del Superbonus sugli edifici unifamiliari e della possibilità di utilizzare lo sconto in fattura o la cessione del credito per le spese sostenute nel 2022.


Queste le scadenze


Edifici unifamiliari

30 giugno 2022.


Condomìni

31 dicembre 2022 a prescindere dalla quota di lavori realizzati.


Edifici fino a 4 unità immobiliari con unico proprietario

30 giugno 2022

31 dicembre 2022 se entro il 30 giugno 2022 è stato realizzato più del 60% dei lavori.


Edifici di proprietà degli ex IACP

30 giugno 2023

31 dicembre 2023 se entro il 30 giugno 2023 è stato realizzato più del 60% dei lavori.

74 visualizzazioni0 commenti